Concimi organici per agricoltura biologica: conosci la differenza con l’agricoltura chimica?

Compost_800x600

Parlare oggi di agricoltura biologica è un po’ come indossare un capo alla moda visto durante la settimana della moda a Milano.

Ma quante persone realmente conoscono la differenza rispetto all’agricoltura chimica, ovvero quella che utilizza prodotti chimici industriali per coltivare le piante e gli alberi da frutto?

Credo e sono convinto molto poche …

Se per la prima volta senti parlare di agricoltura biologica e stai pensando di regalarti un piccolo orto dove coltivare “come una volta” ortaggi e frutta continua a leggere questo articolo.

Ti invito inoltre a scoprire l’offerta di concimi organici di Bea, un’azienda di San Marino che dal 1996 si occupa di favorire lo sviluppo dell’agricoltura biologica e biodinamica in linea con i tempi della natura.

Che cosa si intende per agricoltura biologica.

L’agricoltura biologica ha il principale obiettivo di produrre prodotti di qualità nel pieno rispetto e nella massima tutela della natura.

Questo chiaramente vuol dire non utilizzare concimazioni chimiche per forzare i tempi naturali per avere raccolti più ricchi.

Per aiutare tutti coloro che desiderano intraprendere questa “sfida” l’Unione Europea ha definito uno specifico regolamento, il Reg. (CE) n° 834/2007 che si occupa di gestire l’attività di coltivazione, di allevamento e l’etichettatura dei prodotti biologici.

Facendo ruotare il terreno e le coltivazioni si ha modo di mantenere vivo il suolo, preferendo la QUALITA’ alla QUANTITA’.

L’utilizzo di prodotti chimici è concesso solo quando le colture sono a rischio, al fine di proteggere le piante.

L’agricoltura biologica prevede dunque di concimare e proteggere le piante con metodi alternativi: il cumulo, per esempio, formato da paglia, strame, terriccio e Sali minerali viene utilizzato prima di concimare in modo da preparare il terreno.

Per proteggere le piante vengono poi utilizzati gli insetti in modo che questi si nutrano di quelle specie che sono nocive per la salute dell’orto.

Tutto quello che la natura offre è buono e deve essere utilizzato,

Agricoltura biologica VS Agricoltura Chimica

L’agricoltura chimica rispetto a quella biologica ha chiaramente origini più recenti ed è nata per rispondere alla sempre maggiore richiesta di cibo da parte della popolazione.

Questo eccessivo sfruttamento del terreno prevede l’utilizzo di sostanze chimiche per velocizzare i tempi di raccolta, aumentare la quantità prodotta e per proteggere piante e frutti da insetti.

Il suolo insomma viene sfruttato senza un criterio e, alla fine, diventa inutilizzabile per molti anni.

Concimi organici per agricoltura biologica: scopri i numerosi vantaggi del “mangiare sano”.

Alcuni studi condotti hanno messo in evidenza il fatto che cibarsi di prodotti che derivano dall’agricoltura chimica non vuol dire per forza mangiare alimenti che non siano genuini.

Chiaramente non si conoscono ancora gli effetti nel tempo che questo tipo di alimentazione ha sulla salute dell’uomo.

Perché scegliere concimi per agricoltura biologica?

 I vantaggi che otterrai scegliendo di coltivare il tuo piccolo orto domestico con concimi organici sono molto numerosi.

Non stiamo parlando solo di motivazioni legate alla sfera etica, ma del fatto che questo tipo di agricoltura ci aiuta a rispettare l’ambiente e a tutelare la salute della natura in generale rispettando i tempi del terreno stesso.

L’agricoltura biologica non danneggia la natura, ci aiuta soltanto a fare un piccolo passo indietro quando i nostri nonni si occupavano del terreno rispettandolo.

Scegliere l’agricoltura biologica vuol dire essere parte integrante della natura: pensaci!